SILVIA ILLARI

Silvia Illari nasce a Crema nel 1972. Si diploma all’Accademia di Brera a Milano con lode e rinuncia ad una promettente carriera come scenografa, iniziata con l’esperienza con Giorgio Strehler al Piccolo Teatro di Milano, per dedicarsi alla sua passione più grande: la danza.
Studia con Virgilio Pitzalis, Arturo Michisanti, Daniel Tinazzi, Emanuele Tagliavia, Mauro Astolfi, Flavia Astolfi, Mauro Mosconi, Mia Molinari per la danza oltre a Claudio Insegno, Christian Ginepro e Gaetano Zerbo per il teatro.
Il suo stile modern, dettato da un’innata istintività, fa di lei una ballerina dalla carica esplosiva e da una grinta singolare e di grande impatto emotivo. Questa carica e questo carisma saranno poi ciò che caratterizzerà la ventennale scuola da lei fondata, l’inconfondibile stile del corpo di ballo formato dai suoi allievi e le sue premiate coreografie in rassegne e concorsi italiani tra cui il primo premio Dance Machine al Teatro Arcimboldi di Milano 2011. Numerosi i musicals da lei coreografati.
Si occupa inoltre di teatro musicale da camera del ‘900 in produzioni come l’Opera da Tre Soldi di Weill-Brecht e Histoire du Soldat di Stravinsky andate in scena al Teatro dell’aquila di Fermo, con Luca Micheletti (premio UBU 2011), Elio Pandolfi, Fabio Pasquini e preparando ballerini del Teatro alla Scala. Ha coreografato La Sagra della Primavera di Stravinsky prodotta con il NovoSaxEnsemble. E’ coreografa in un imminente debutto a Brescia nel lavoro teatrale “Mefisto”.